VIDEOGIOCHI PC

Click Here!

Annunci
VIDEOGIOCHI PC

CODE DI GAMBERO ALLA GRIGLIA

INGREDIENTI :

1/2 bicchiere di birra chiara , code di gambero, misticanza, acqua, aceto balsamico , 120 gr. di farina, 1 uovo, 2 cucchiai di olio evo e olio per friggere .

 

img105 (2)

 

PREPARAZIONE :

Lavate e pulite bene i gamberi .

Preparate la pastella mescolando in una ciotola la farina ,acqua, olio , l’uovo e un pizzico di sale.

Aggiungete la birra fino a che la pastella non risulti densa e cremosa. Lasciate riposare in un luogo asciutto coperta con la pellicola per almeno mezz’ora .

Mettere a scaldare in una padella l’olio per friggere e quando sarà ben caldo passate i gamberi uno per volta nella pastella e friggete.

Una volta dorati e croccanti scolate bene il fritto e asciugatelo con della carta assorbente.

Adagiate 3-4 gamberi sulla misticanza e guarnite con un filo di aceto balsamico .

 

CODE DI GAMBERO ALLA GRIGLIA

EMPANADAS DI TONNO

INGREDIENTI :

240 g di filetti di tonno , 120 g di spinaci surgelati , 80 g di provolone dolce Dop , 2 rotoli di pasta sfoglia , 2 tuorli d’uovo, peperoncino ,sale , 2 cipolle piccole.

 

img106 (2)

 

PREPARAZIONE : 

In una padella fate cuocere gli spinaci per qualche minuto facendo asciugare completamente l’acqua e metteteli in una ciotola.

Amalgamate tutti gli altri i tagliati a pezzetti tranne i tuorli per creare il ripieno delle Empanadas.

Preriscaldate il forno a 200 gradi .

Tagliate la pasta sfoglia in 8 quadrati , posizionate il ripieno al centro e ripiegate la pasta in un fagottino chiudendo bene i bordi.

Posizionate i fagottini in una teglia foderata con carta da forno e spennellate con i tuorli.

Cuocete in forno a 200 gradi per 20 minuti circa, finché non risulteranno dorati.

Le Empanadas sono molto versatili si possono mangiare sia calde che fredde, come antipasto o piatto unico..

BUON APPETITO !

EMPANADAS DI TONNO

LA VITA E’

La vita è come una scatola di cioccolatini … non sai mai quello che ti capita . (cit.)

Questa è una delle citazioni più vere .. ( almeno nel mio caso )

Ho passato una domenica orrenda .. mi ero già alzata di pessimo umore ancora arrabbiata col non marito e soprattutto perché avevo dormito poco e male ..ero ancora arrabbiata talmente da rifiutare anche il caffè.. cosa per me assurda perché da che ho memoria non ricordo una mattina senza caffè.. ( a parte in occasione di esami del sangue o visite ) .

Ero talmente arrabbiata da scambiare pochissime parole col non marito .. e quelle poche erano molto acide .

Lui è uscito per commissioni ed io come al solito mi sono occupata del piccoletto e dei compiti che doveva fare per scuola …

A parte la arrabbiatura sarebbe stata una domenica del tutto normale … già avevo poca fame .. avevamo iniziato a mangiare da poco quando il non marito si è alzato per andare in cucina e tornado indietro a bassa voce ha detto di non sentirsi bene e portando la mano al petto è caduto sul divano …

Vi dico la verità per i primi due secondi ho pensato che ci stesse prendendo in giro !..

Mi sono alzata e prendendolo per le spalle e chiamandolo mi sono accorta che era svenuto ..non avendo la forza di sollevarlo l’ho fatto scivolare lentamente per terra tenendogli la testa.. per un istante ho trattenuto il fiato cercando di trovare la vena sul collo per sentire il battito ..premendogli il torace dopo qualche istante ho sentito che respirava …

Nel frattempo i nostri figli avevano cominciato a piangere disperati .. ma non potevo pensare a loro .. Lui era da soccorrere .. mi sono girata ho guardato la figlia grande e le ho detto di stare calma e di chiamare un’ambulanza .

Mentre mia figlia parlava con il 118 il non marito è rinvenuto ma solo per pochi attimi ; solo il tempo di dire che voleva alzarsi poi si è bloccato .. con lo sguardo verso il vuoto e con una strana espressione che definirei una sorta di sorriso .. lo chiamavo ma non mi rispondeva più .. ma guardandolo mi sono accorta che sbatteva le palpebre .. era vivo ma inerme … come in uno stato di catatonia ..alternava  stati di coscienza ed incoscienza .. consapevole di non poter fare altro ho guardato i figli disperati e in lacrime e gli ho ripetuto di stare calmi e di andare a vestirsi per andare dalla nonna .

Quando ero piccola mio padre mi ha sempre detto che in situazioni di pericolo è necessario non farsi prendere dal panico e dallo sconforto perché in quel caso non si potrebbe essere d’aiuto a nessuno … è difficile .. è molto difficile .. io stessa l’ho provato sulla pelle .. il giorno in cui morì mio padre ..  quel orribile giorno in cui trovammo mio padre svenuto in bagno .. gli praticai il massaggio cardiaco e la respirazione bocca a bocca per ben 20 minuti finché non riaprì gli occhi e mi guardò per qualche istante prima di richiuderli per sempre …  questa era la frazione di ricordo a cui pensavo mentre soccorrevo il mio compagno e che mi porterò sempre nell’animo .. l’ultimo sguardo di mio padre mentre cercavo di salvarlo..

All’arrivo dell’ambulanza il non marito continuava a perdere conoscenza da li il trasporto in ospedale , le tre lunghissime ore in sala d’attesa durante il quale non ho avuto nessuna notizia di quello che stava succedendo ..cercavo di non farmi prendere dallo sconforto contando fino a 5 ad ogni respiro per mantenere il controllo .

Solo ora che vi sto raccontando l’accaduto riesco a piangere e a sfogare l’ansia e lo spavento che ho provato ieri.

Quando finalmente mi hanno chiamato e mi hanno fatto entrare  negli ambulatori lui era là .. infondo al corridoio seduto su una sedia a rotelle col viso paonazzo , gli occhi rossi … E GIA’ BRONTOLAVA CHE VOLEVA ANDARE A CASA !!! .

Abbiamo passato altre 7 ore nel corridoio del pronto soccorso in attesa degli esami , avrebbero voluto ricoverarlo ma il non marito incosciente e cocciuto non ha voluto ..cosi domani dovrà tornare in ospedale per sottoporsi ad ulteriori esami con la speranza che non trovino nulla .

Pensare a quanto ero arrabbiata ieri col non marito … ma l’amore è amore non c’è niente da fare .. l’amore se c’è sconfigge tutto anche la peggiore delle arrabbiature.

 Follow my blog with Bloglovin

LA VITA E’

RABBIA

Sono sempre stata una persona molto tranquilla ..riflessiva , empatica .. sono il classico orsetto che va sempre d’accordo con tutti .. per farmi arrabbiare .. ce ne vuole e ce ne vuole parecchio !!.

Sono due settimane che per un motivo o per l’altro il non marito mi sta provocando …

Hai fatto questo ?

Hai fatto quest’altro ?

Hai fatto di là ?

Hai fatto di qua ?

Ed io da bravo orsetto mi arrotolo nella mia tana coprendomi di foglie ripetendomi che è un momento e passerà …

E poi…poi la goccia che mi ha fatto traboccare !

MA COME… STAI TUTTO IL GIORNO A CASA E NON HAI FATTO NEANCHE QUESTO ??

Non lo doveva dire !

Non avete idea della collera che mi è salita ! ho sempre avuto paura di arrabbiarmi .. pensate a una persona che non si arrabbia mai come ad un vulcano a cui è stato appena tolto il tappo !…

Senza controllo ! in 5 minuti ho buttato all’aria tutta la casa ! non avevo mai avuto un’esplosione di rabbia del genere .. si.. sono stata arrabbiata ..ma mai cosi ! .

Ripensandoci mi ribolle anche la delusione .. si la delusione di aver creduto per tanti anni che lui fosse diverso da tanti altri …

15 anni .. siamo insieme da 15 anni …sarebbero potuti essere 100 anni ma la mia reazione non sarebbe stata diversa…

Non so cosa succederà la rabbia ancora non si è calmata e non ho nulla in casa per rabbonire la bestia che si è svegliata dentro di me …

Lui ? .. lui sta facendo avanti e indietro tra la camera da letto , il bagno ed il balcone .. credo che in qualche modo si sia reso conto di averla combinata grossa e non sa di che morte morire !!.

Follow my blog with Bloglovin

RABBIA