MAMME E LAVORO

Ogni giorno è una lotta contro il tempo , la mattina dobbiamo correre per portare i bambini a scuola ,correre per arrivare al lavoro , abbiamo tempi per consegnare il lavoro ,tempi per mangiare .. la nostra vita è scandita dal tempo ; da quando ho perso il lavoro la mia concezione del tempo è molto cambiata prima la mattina era una frenesia , preparare la colazione per tutti ,lavare e vestire il piccolo , era sempre una lotta per chi doveva andare per primo in bagno per poi uscire arrivare alla fermata dell’autobus sempre in ritardo di dieci minuti con tre borse e il pupo sulle spalle , non trovare sistematicamente da sedersi neanche per appoggiare il bambino nel caos dell’autobus pieno fin quasi all’esplosione di scolari e di pendolari , arrivare a scuola fare lo slalom tra le mamme lungo il corridoio ,salutare in fretta il piccolo perché un minuto di più mi avrebbe fatto perdere l’autobus di ritorno per arrivare al lavoro già stanca e senza forze … la sera il tragitto al contrario , ho la grande fortuna di avere una madre settantenne ancora ingamba che la sera andava a recuperare il piccolo a scuola e lo portava a casa sua in attesa del mio ritorno…stessa scena io con il bimbo in braccio ad aspettare l’autobus delle 18:30 per correre a casa e preparare la cena e concludere la giornata alle 11 ( nei giorni migliori ! ) ..pensandoci ora solo a pochi mesi di distanza mi chiedo come facevo a sopportare quella vita , credo che ormai andassi avanti per inerzia .

Da quando ho perso il lavoro per me la gestione della giornata è molto cambiata a partire dalla sveglia che abbiamo letteralmente chiusa nel cassetto del dimenticatoio , preparo tutto il necessario per la colazione la sera perché io e Diego ora ci svegliamo quando vogliamo ,abbiamo detto addio alle corse frenetiche della mattina , potendoci svegliare più tardi senza il pensiero di perdere l’autobus evitiamo anche la fila per andare al bagno , la mattina quando lo porto a scuola posso permettermi di fermarmi a chiacchierare con le mamme che purtroppo hanno perso il lavoro prima  di me, grazie al mio ex datore di lavoro ho trovato un lavoretto a cottimo che svolgo a casa , certo la paga è bassa ; quello che mi mancherà sempre del lavoro credo che sarà lo stipendio pieno che purtroppo si fa sentire ,da quando non lavoro finalmente ho tutto il tempo per gestire la casa ,per fare passeggiate e coltivare i miei interessi , con questo non dico di essere felice di aver perso il lavoro ma ora posso constatare com è  la parte opposta della barricata … per ora non posso che apprezzare il cambio dei ritmi della giornata che mi fanno inevitabilmente sentire meglio ; sono più tranquilla meno dedita agli scatti d’ira ,posso scegliere il mio tempo e come vivere le mie giornate , non so cosa mi riserverà il futuro,per ora l’idea di trovare un altro lavoro è un utopia non solo per me ,ma io cerco di adattarmi e vivere il presente come meglio posso nella mancanza e nelle rinunce di tante cose che non posso più permettermi nell’ attesa, con la speranza di un futuro spero migliore per tutti .

Annunci
MAMME E LAVORO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...