LA VITA E’

La vita è come una scatola di cioccolatini … non sai mai quello che ti capita . (cit.)

Questa è una delle citazioni più vere .. ( almeno nel mio caso )

Ho passato una domenica orrenda .. mi ero già alzata di pessimo umore ancora arrabbiata col non marito e soprattutto perché avevo dormito poco e male ..ero ancora arrabbiata talmente da rifiutare anche il caffè.. cosa per me assurda perché da che ho memoria non ricordo una mattina senza caffè.. ( a parte in occasione di esami del sangue o visite ) .

Ero talmente arrabbiata da scambiare pochissime parole col non marito .. e quelle poche erano molto acide .

Lui è uscito per commissioni ed io come al solito mi sono occupata del piccoletto e dei compiti che doveva fare per scuola …

A parte la arrabbiatura sarebbe stata una domenica del tutto normale … già avevo poca fame .. avevamo iniziato a mangiare da poco quando il non marito si è alzato per andare in cucina e tornado indietro a bassa voce ha detto di non sentirsi bene e portando la mano al petto è caduto sul divano …

Vi dico la verità per i primi due secondi ho pensato che ci stesse prendendo in giro !..

Mi sono alzata e prendendolo per le spalle e chiamandolo mi sono accorta che era svenuto ..non avendo la forza di sollevarlo l’ho fatto scivolare lentamente per terra tenendogli la testa.. per un istante ho trattenuto il fiato cercando di trovare la vena sul collo per sentire il battito ..premendogli il torace dopo qualche istante ho sentito che respirava …

Nel frattempo i nostri figli avevano cominciato a piangere disperati .. ma non potevo pensare a loro .. Lui era da soccorrere .. mi sono girata ho guardato la figlia grande e le ho detto di stare calma e di chiamare un’ambulanza .

Mentre mia figlia parlava con il 118 il non marito è rinvenuto ma solo per pochi attimi ; solo il tempo di dire che voleva alzarsi poi si è bloccato .. con lo sguardo verso il vuoto e con una strana espressione che definirei una sorta di sorriso .. lo chiamavo ma non mi rispondeva più .. ma guardandolo mi sono accorta che sbatteva le palpebre .. era vivo ma inerme … come in uno stato di catatonia ..alternava  stati di coscienza ed incoscienza .. consapevole di non poter fare altro ho guardato i figli disperati e in lacrime e gli ho ripetuto di stare calmi e di andare a vestirsi per andare dalla nonna .

Quando ero piccola mio padre mi ha sempre detto che in situazioni di pericolo è necessario non farsi prendere dal panico e dallo sconforto perché in quel caso non si potrebbe essere d’aiuto a nessuno … è difficile .. è molto difficile .. io stessa l’ho provato sulla pelle .. il giorno in cui morì mio padre ..  quel orribile giorno in cui trovammo mio padre svenuto in bagno .. gli praticai il massaggio cardiaco e la respirazione bocca a bocca per ben 20 minuti finché non riaprì gli occhi e mi guardò per qualche istante prima di richiuderli per sempre …  questa era la frazione di ricordo a cui pensavo mentre soccorrevo il mio compagno e che mi porterò sempre nell’animo .. l’ultimo sguardo di mio padre mentre cercavo di salvarlo..

All’arrivo dell’ambulanza il non marito continuava a perdere conoscenza da li il trasporto in ospedale , le tre lunghissime ore in sala d’attesa durante il quale non ho avuto nessuna notizia di quello che stava succedendo ..cercavo di non farmi prendere dallo sconforto contando fino a 5 ad ogni respiro per mantenere il controllo .

Solo ora che vi sto raccontando l’accaduto riesco a piangere e a sfogare l’ansia e lo spavento che ho provato ieri.

Quando finalmente mi hanno chiamato e mi hanno fatto entrare  negli ambulatori lui era là .. infondo al corridoio seduto su una sedia a rotelle col viso paonazzo , gli occhi rossi … E GIA’ BRONTOLAVA CHE VOLEVA ANDARE A CASA !!! .

Abbiamo passato altre 7 ore nel corridoio del pronto soccorso in attesa degli esami , avrebbero voluto ricoverarlo ma il non marito incosciente e cocciuto non ha voluto ..cosi domani dovrà tornare in ospedale per sottoporsi ad ulteriori esami con la speranza che non trovino nulla .

Pensare a quanto ero arrabbiata ieri col non marito … ma l’amore è amore non c’è niente da fare .. l’amore se c’è sconfigge tutto anche la peggiore delle arrabbiature.

 Follow my blog with Bloglovin

Annunci
LA VITA E’

RABBIA

Sono sempre stata una persona molto tranquilla ..riflessiva , empatica .. sono il classico orsetto che va sempre d’accordo con tutti .. per farmi arrabbiare .. ce ne vuole e ce ne vuole parecchio !!.

Sono due settimane che per un motivo o per l’altro il non marito mi sta provocando …

Hai fatto questo ?

Hai fatto quest’altro ?

Hai fatto di là ?

Hai fatto di qua ?

Ed io da bravo orsetto mi arrotolo nella mia tana coprendomi di foglie ripetendomi che è un momento e passerà …

E poi…poi la goccia che mi ha fatto traboccare !

MA COME… STAI TUTTO IL GIORNO A CASA E NON HAI FATTO NEANCHE QUESTO ??

Non lo doveva dire !

Non avete idea della collera che mi è salita ! ho sempre avuto paura di arrabbiarmi .. pensate a una persona che non si arrabbia mai come ad un vulcano a cui è stato appena tolto il tappo !…

Senza controllo ! in 5 minuti ho buttato all’aria tutta la casa ! non avevo mai avuto un’esplosione di rabbia del genere .. si.. sono stata arrabbiata ..ma mai cosi ! .

Ripensandoci mi ribolle anche la delusione .. si la delusione di aver creduto per tanti anni che lui fosse diverso da tanti altri …

15 anni .. siamo insieme da 15 anni …sarebbero potuti essere 100 anni ma la mia reazione non sarebbe stata diversa…

Non so cosa succederà la rabbia ancora non si è calmata e non ho nulla in casa per rabbonire la bestia che si è svegliata dentro di me …

Lui ? .. lui sta facendo avanti e indietro tra la camera da letto , il bagno ed il balcone .. credo che in qualche modo si sia reso conto di averla combinata grossa e non sa di che morte morire !!.

Follow my blog with Bloglovin

RABBIA

Ogni uno di noi ha periodi durante il quale è più produttivo e periodi in cui tende di più a procastinare .. ed io come vi avevo già detto mi sto crogiolando già da un po nella mancanza di voglia di fare qualsiasi cosa …. questa mattina però mi sono svegliata piena di energia ; sono riuscita a fare parecchie cose in casa , siamo in quattro in casa più le mie due gatte perciò c’è sempre parecchio da fare e spesse volte mi tocca fare e rifare alcune cose come spazzare il terrazzo dove io tengo le ceste toilette delle gatte .

Questa mattina sono uscita anche a camminare, è una decina di giorni che riesco a farlo continuativamente  e da quando sono stata operata per l’asportazione della colicisti ho perso otto kg e mezzo , sarà forse questa la causa di tutta questa energia ? … ho persino battuto il mio record di km percorsi , in genere quando lo faccio sto male tre giorni ! nel senso che per tre giorni trascino una gamba come la scena finale di ” TERMINATOR” !!.

Insomma mattinata memorabile soprattutto perché dopo la camminata ho sfruttato l’energia per mettere a posto in casa ; lavatrici, lavastoviglie, aspirapolvere e lavaggio dei pavimenti e ho addirittura fatto una torta .. e il bello è che ancora non sono svenuta sul divano !! … poi magari collasserò più tardi perché devo ancora portare il piccoletto in piscina ! .

Mi sento veramente bene e spero che questa energia e positività duri parecchio !

 

 

I NONNI

Oggi ho pensato molto ai miei nonni ( i genitori di mio padre ) erano una coppia assai strana .. mia nonna era una persona un po rigida poco propensa alle dimostrazioni d’affetto .. le rare volte che andavo da loro facevo di modo e maniera di disturbare il meno possibile .. credo che lei fosse terrorizzata dal fatto che potessi farmi male …lo era a tal punto che si raccomandava più volte di non aprire mai e poi mai la grande cassa che teneva in balcone e per incentivarmi a non farlo mi disse che all’interno c’era un uomo morto !!

Ora non che io credessi veramente che nascondesse un cadavere in quel’enorme cassa ma ben mi guardai bene da aprirla ma ogni volta la mia immaginazione mi portava a cercare di capire cosa contenesse .. quando morì io avevo quasi 17 anni chiesi a mio padre di guardarci dentro … cosa c’era ? … vasi per le piante , forbici , un piccolo rastrello, una paletta di ferro, paio di sacchi di terra e qualche bottiglia di vetro…

Mio nonno invece era un libertino ! un’ omone non tanto alto e assai traccagnotto  passava ore ed ore sul balconcino di casa purtroppo la sua salute era sempre stata cagionevole anche quando era giovane ….ricordo di essere stata assai gelosa quando portava mia sorella in vespa .. ma in compenso a merenda io mi cuccavo un bel bicchierone di succo di frutta all’uva fatto dai suoi cugini in campagna senza pesticidi .. lui non capiva come mai mia madre si arrabbiasse tanto ! credo di essere tornata a casa barcollando parecchie volte !.

Il nonno lo ricordo non come una persona affettuosa ma non posso neanche dire di averlo conosciuto molto bene ma era amabile ..sentivo che mi amava anche se non sapeva dimostrarlo… si divertiva a fare scherzi strani come mettere indietro tutti gli orologi di casa e non si sa come.. persino al suo funerale arrivarono tutti in ritardo di un’ora ..compreso il parroco !.

Mi mancano .. mi mancano entrambi quei due soggetti rimpiango di non averli frequentati abbastanza ! mi capita spesso di domandarmi come sarebbe stato il nostro rapporto se fossero ancora vivi .

I NONNI

LA NEBBIA

Amo la nebbia

Il cugino di mio padre abitava in campagna era un contadino ed aveva un grande appezzamento di terra , il sabato o la domenica andavamo ad aiutarlo per il raccolto ..mele, pere , aranci , manderini ..e in oltre aveva un immenso campo di grano in cui spesso e volentieri io e i suoi figli ci divertivamo a correre e quando c’era la nebbia si prestava molto bene anche per giocare a nascondino , il grano umido aveva un odore intenso .. la terra bagnata si attaccava sotto alle scarpe e diventavano talmente pesanti che ad un certo punto toccava toglierle .. ( per la gioia di mia madre !! ) ed era bellissimo..erano tempi spensierati in cui non ti preoccupavi di nulla.

Crescendo queste cose vengono a mancare soprattutto se abiti in città.. io ho la fortuna/sfortuna di vivere in un paesino di campagna e quando c’è la nebbia posso sentire e riassaporare tutto questo dal balcone di casa mia… ma è anche un disagio grande soprattutto per chi lavora lontano .. io stessa quando c’è la nebbia mi preoccupo per il non marito che per andare al lavoro deve percorrere una strada che attraversa tutta la zona di campagna dove la nebbia e sempre molto più fitta rispetto al paese…perché per lui è diverso ; è cresciuto in una città di mare in cui difficilmente c’è la nebbia anche di inverno .. infatti lui odia la nebbia !

nebbia

Per me ha e avrà sempre un fascino particolare…

 

LA NEBBIA

Sono tre giorni che sono sorda da un orecchio!

Le orecchie per me sono sempre state motivo di preoccupazione … mio nonno portava un paio di quei occhiali con l’apparecchio acustico integrato , all’epoca erano ancora molto rudimentali , ogni tanto emettevano un fischio per me molto fastidioso ( almeno per me ! ) .

Lo stesso tipo di occhiale in seguito lo portò anche mio padre , cosi sono cresciuta con la tremenda immagine di me che indossavo quegli orribili occhialacci con le lenti a fondo di bottiglia e quel fischio assurdo nelle orecchie !

Fortunatamente non è successo !  ma da una decina di giorni entrambe le orecchie mi davano fastidio , mi facevano prurito all’interno , ma più assomigliante a un bruciore che a un prurito ! ed eccolo li ….

PANICO

Ho telefonato alla mia dottoressa ( la faranno santa ! ) e le ho spiegato il problema e sapendo che non sono propensa a prendere volentieri le medicine ( come i bambini piccoli ) mi ha consigliato di passare dell’olio d’oliva nel punto dove sento prurito come facevano le nostre nonne  …il consiglio era giusto perché l’orecchio sinistro ora è a posto non sento più quel fastidioso prurito.. ..ma per l’orecchio destro devo aver esagerato perché lo sento un po tappato come quando al mare ci entra dell’acqua e ci metti ore per riuscire a liberarlo .

Potrebbe sembrare un problema banale .. ma per un’ ipocondriaca come me è terrificante ! questi tre giorni sono stati terribili anche perché in casa parliamo tutti a voce moderatamente bassa e mi sembro una vecchietta di 90 anni e passa .. ad ogni parola ..

Eh ?.. CHE HAI DETTO ?.. COME ?.. NON HO CAPITO ? ..

La sera poi è il momento peggiore !

Ho installato una App sul telefono FIABE SONORE ..  ( credo di essere l’unica mamma al mondo incapace di raccontare storie ! ) e prima di dormire io e il pupo ne ascoltiamo sempre una .. in queste sere non vi dico la difficoltà che ho trovato a non potermi mettere girata con il viso appoggiato al cuscino perché cosi facendo coprirei l’orecchio sano e non sentirei un tubo !! la favola dura in media 10 minuti e vi assicuro che per me sono i 10 minuti più scomodi dell’intera giornata !.

SONO UN DISASTRO ! e tanto lo so che mi toccherà prendere l’antibiotico !!